10 apr 2010

Andare e tornare.

“Ho il sospetto che la vita non sia solo un andare, ma soprattutto un tornare. Che non sia solo un mettere, ma soprattutto un togliere.
C’è chi decide di rimanere a casa perchè sta bene e non ha bisogno di andare a scoprire il mondo, e chi invece lo deve girare, provare, fare esperienze, per capire che magari non c’è niente di particolarmente nuovo ma per capirlo ha bisogno di viaggiare”

(FV pg 174 – Ci*)

Questa volta è un nuovo posto, un nuovo paese, una nuova lingua, una nuova casa, un nuovo clima, nuovi colleghi (questa volta pochi), un lavoro per certi aspetti un po’ nuovo, nuove responsabilità (questa volta tante) e tutto un contorno di emozioni e sensazioni che (ora) non so descrivere o interpretare. E la partenza 0rmai si confonde col ritorno e non è mai chiaro quale sia uno e quale l’altra.
Che disastro…
Mi dispiace tanto dover abbandonare questo blog, ma d’altronde non sono più inSUDAN e forse non sono più neanche lo stesso che ero prima e durante il Sudan. 
Mi mancherà e credo che lo leggerò molto spesso. Dal giugno 2007 racoglie parte dei miei pensieri e della mia vita, tante parole e tante immagini che non devono andare perse.
Le valigie le finirò lunedì mattina. C’è tempo. Ora sto cercando di dedicarmi alle persone. Ho incontrato tanta gente in queste 3 settimane a casa e purtroppo qualcuno mi è scappato (colpa mia, lo ammetto). Sono stati giorni fantastici, senza dubbio speciali per quello che mi hanno lasciato.

Le persone sono state speciali. E qualcuno lo è stato più di altri.

A presto…

www.ilmaro.wordpress.com
 (continnua qui...)

Nessun commento:

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.